Rilevazione “Funzionamento dei CPIA a.s. 2019-2020”

L’USR Veneto, facendo seguito alla Circolare n. 22805 dell’11 novembre 2019 “Funzionamento dei CPIA a.s. 2019-2020” – predispone una rilevazione relativamente a:

  • Accordi di cui all’art. 2, co. 5 del dPR 263/12 tra il CPIA (unità amministrativa) e gli enti locali e altri soggetti pubblici e privati, quale adempimento necessario per l’attivazione del terzo livello (unità formativa) della rete territoriale del CPIA funzionale alla progettazione e realizzazione degli interventi di ampliamento dell’offerta formativa e delle attività di ricerca, sperimentazione e sviluppo.
  • Accordi di cui al punto 3.6 delle Linee guida tra il CPIA (unità amministrativa e unità didattica) e le strutture territoriali competenti del Ministero della Giustizia per la realizzazione di: a) misure di sistema finalizzate ad apportare i necessari adattamenti organizzativi in relazione alla specificità della domanda formativa degli adulti in carcere, alla peculiarità dei luoghi di apprendimento, nonché alla variabilità dei tempi di detenzione, b) accordi con EE.LL., Università, soggetti pubblici e/o privati applicativi dei protocolli di intesa di cui agli artt. 41 e 43 del DPR 230/2000, c) attività di collaborazione e raccordo sinergico con le strutture territoriali che compongono il Dipartimento per la giustizia minorile, volti ad assicurare ai soggetti interessati – sia all’interno della struttura penale che all’esterno della stessa – la frequenza dei percorsi di istruzione
  • Accordi tra il CPIA (unità amministrativa) e le istituzioni scolastiche dove sono allocate la sede centrale e le sedi associate circa le modalità di utilizzo degli spazi/edifici comuni.

Vai alla Nota USR Veneto prot. n. 1329 del 27 gennaio 2020