CIVIS VI – L’esperienza dei percorsi di apprendimento della lingua italiana a distanza

I corsi di formazione linguistica previsti nell’ambito del progetto regionale CIVIS VI – a valere sul Fami – Prog2484 – sono stati interrotti nel marzo 2020 a causa delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Il 20 aprile 2020, il Ministero dell’Istruzione (nota prot. n. 6123) precisava che i CPIA avrebbero potuto su base volontaria, avviare in DAD le “Azioni formative FAMI” previa richiesta ai rispettivi UUSSRR, partner obbligatori dei Piani regionali, e relativa loro autorizzazione. Dieci giorni dopo, il 30 aprile, l’Autorità Responsabile FAMI (Ministero dell’Interno), trasmetteva ai Capofila di Progetto (le Regioni) indicazioni utili per sostenere la prosecuzione delle attività formative attivate sui territori.

Nei mesi successivi, il Gruppo Tecnico CIVIS VI, in accordo con la Regione Veneto elaborava e trasmetteva ai CPIA del Veneto istruzioni e relativa documentazione per svolgere anche in modalità on line alcuni percorsi formativi e il loro successivo monitoraggio. 

Annalisa Spinello docente del CPIA di Padova, in questo contributo, illustra come ha condotto e quali dispositivi e strategie ha adottato per rendere funzionale un corso a distanza. Un valido strumento di riflessione, analisi e monitoraggio di un percorso di apprendimento di lingua italiana di livello A2

Vai all’articolo di Annalisa Spinello: A_Spinello_CIVIS_Un’esperienza tutta a distanza