CIVIS VI – Indicazioni operative

Facendo seguito alle comunicazioni intercorse con il capofila di progetto – Regione Veneto – e l’Autorità Responsabile FAMI, il Gruppo Tecnico CIVIS VI conferma:

  1. l’ammissibilità delle spese sostenute prima dell’interruzione dei corsi (a causa dell’emergenza
    epidemiologica Covid-19) per i quali sia esplicitamente motivata l’impossibilità di riattivarli
    successivamente e purché tali spese siano commisurate ed abbiano competenza riferibile al periodo
    antecedente la sospensione.
    Per procedere alla rendicontazione delle spese sostenute è necessario che il CPIA emani una determina di sospensione delle azioni formative CIVIS VI e, al contempo, ne faccia opportuna richiesta all’IIS Einaudi- Scarpa, partner operativo di progetto (Allegato 1 – Modello determina)
  2. il proseguimento delle azioni previste nell’ambito dei Servizi Strumentali previsti dal progetto CIVIS VI e specificatamente:
    – Formazione formatori: in capo al CPIA di Padova,
    – Ricerca sull’impatto dell’apprendimento della lingua italiana nei processi di integrazione: in capo al
    CPIA di Verona,
    – Produzione materiali;
  3. la possibilità di avviare attività formative in modalità Formazione a distanza (in tutto o in parte) che
    consentano il rispetto delle prescrizioni governative in merito alla tutela della salute pubblica i cui tempi, modalità e criteri per lo svolgimento saranno concordati dal soggetto titolare del progetto CIVIS VI con i partner.

Vai alla Nota – Comunicazione CIVIS VI – Sospensione

Elenco delle attività formative non concluse per CPIA (dati a Portale aggiornati al 1 giugno 2020): Allegato 2 – Elenco attività per CPIA